Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Un pomeriggio a Monte Santa Maria Tiberina

Sono andata spesso a Monte Santa Maria Tiberina, ultimamente.  Ogni volta ho lasciato l’auto di fronte al Palazzo Bourbon, al tempo residenza dei marchesi del Monte e oggi museo, e sono partita per l’esplorazione.

Monte Santa Maria Tiberina è un borgo medievale arricchito dai palazzi nobiliari che testimoniano il suo passato da marchesato e, posto in cima a una collina, ha un panorama mozzafiato.

Cortile interno a Monte Santa Maria Tiberina in Umbria
Cortile interno a Monte Santa Maria Tiberina

Tuttavia, nelle mie numerose visite, ho sempre pensato che mi stesse sfuggendo qualcosa dell’essenza di questo paese.

Insomma, sapevo che c’era dell’altro e dovevo solo aspettare che mi si palesasse ed è successo un giorno per caso quando meno me l’aspettavo.

Un giorno la mia amica Bea, che oramai vive a Città di Castello da molti anni, mi ha inviato a Monte Santa Maria Tiberina a prendere un caffè dai suoi genitori.

È una bella domenica pomeriggio di fine settembre, l’aria è tiepida, il cielo limpido. Arrivo al Monte Santa Maria Tiberina dopo una ventina di minuti di auto da Città di Castello e, anche questa, volta lascio l’auto di fronte al Palazzo Bourbon.

 

Palazzo Boncompagni Ludovisi a Monte Santa Maria Tiberina
Auto d’epoca parcheggiata a Monte Santa Maria Tiberina

Mi incammino per i vicoli senza incontrare anima viva fino ad arrivare all’unico bar ristorante di Monte Santa Maria Tiberina, indugio un attimo, colta dalla tentazione di fermarmi a bere un caffè mentre rimiro il panorama ma resisto e continuo a discendere il paese fino a che non arrivo al luogo del mio appuntamento: casa dei genitori della mia amica Bea.

Dettaglio della piazza di Monte Santa Maria Tiberina
Un aperitivo nella piazza di Monte Santa Maria Tiberina

La chiave è nella toppa, sorrido perché capisco che qui, a Monte Santa Maria Tiberina, è ancora normale lasciare la chiave sul portone di casa. Entro e respiro energia pulita: la casa, con le travi al soffitto, è arredata con mobili antichi di famiglia, le foto e i ritratti alle pareti sono storia della famiglia della mia amica, che vive a Monte Santa Maria Tiberina da generazioni.

Casa a Monte Santa Maria Tiberina in Umbria
Una casa a Monte Santa Maria Tiberina

L’orologio a parete batte rumorosamente i secondi: TIC, TOC, TIC, TOC. Davanti a un caffè e a una fetta di crostata fatta in casa, ci mettiamo a chiacchierare amichevolmente.

Ben presto la conversazione scivola naturalmente nella vita del paese. Il padre di Bea lamenta la mancanza di giovani, non riesce a capire perché se ne vadano a vivere nella vicina Città di Castello quando, per arrivarci, bastano solo venti minuti in auto. Nel 1950 Monte Santa Maria Tiberina contava oltre 3.000 persone, oggi solo 1.200.

La madre di Bea racconta delle sapienti ristrutturazioni da parte di inglesi, americani, olandesi che hanno acquistato delle proprietà in paese. Siede con le spalle la finestra che mostra un bel pezzo di valle con il cielo che si fa rosa al tramonto.

Panorama da Monte Santa Maria Tiberina in Umbria
Panorama da Monte Santa Maria Tiberina

Il tempo continua a battere, lento: TIC, TOC, TIC, TOC.

Oltre all’orologio si sente il cinguettio degli uccelli, la nostra voce, nulla di più.

Mi rendo conto che è quello il rumore normale della vita e comincio a capire il padre di Bea e me lo chiedo anche io, mi chiedo: “Come abbiamo fatto a rinunciare a tutto questo?”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *